la motivazione - studio psiche'

COME ACCRESCERE LA MOTIVAZIONE PER CERCARE LAVORO

Davide è un trentenne capace. Dopo gli studi universitari si è dedicato ad alcuni lavoretti che gli hanno consentito di guadagnare qualche soldo, ma che poco hanno a che fare con la sua laurea e con il settore in cui desidera esercitare la professione.

“Come va la ricerca? Non benissimo. Di questi tempi mi sento un sacco vuoto, sono poco motivato così mi attivo poco. Dipende dal fatto che sono molto lontano dal fare ciò che davvero mi appassiona.” Gli chiedo cosa davvero lo appassioni. La risposta è vaga, confusa, poco convinta.

La motivazione è un fattore necessario nella ricerca di un lavoro. Favorisce l’analisi puntuale delle proposte, spinge ad articolare efficacemente il cv, consente di proseguire dinanzi agli inevitabili rifiuti, di superare gli imprevisti fino al raggiungimento della meta.

La motivazione non è però un atteggiamento stabile. Come ogni stato mentale è variabile in termini di intensità e durata.

la motivazione - studio psiché

Quale ingrediente permette di attivarla e mantenerla costante?

Chiedo a Davide di visualizzarsi tra una decina d’anni. Di immaginare il suo futuro dopo aver superato le difficoltà attuali. Il giovane esita, riflettere e inizia a raccontare.  Alle stimolazioni risponde sempre più dettagliatamente, dipingendo con gli occhi della mente un quadro in cui lo entusiasmerebbe stare.

A che giova usare la fantasia?

I sogni ad occhi aperti rappresentano una modalità efficace per esplorare bisogni e desideri. Di più, visualizzare la realizzazione di un proprio obiettivo ispira a concretizzarlo. E l’ispirazione è viatico potente alla motivazione.

Davide si è acceso di entusiasmo. L’esercizio a dettagliare le particolarità del suo progetto lavorativo  gli consente di capire quali possano essere gli step necessari a renderlo reale. In questa fase è bene essere consapevoli degli eventuali ostacoli, delle complicazioni che possono causare rallentamenti o modificazioni del percorso verso il traguardo.

“Di complicazioni possibili ne vedo tante… Al momento manco di esperienza, immagino inevitabile un tempo piuttosto lungo di tentativi a vuoto. Mi vengono in mente anche complicazioni legate ai requisiti richiesti da ogni specifica azienda a cui sottopongo la candidatura, oppure ancora penso al lavoro giusto ma in una sede distante da casa…”

la motivazione - studio psiché

Il fallimento e la motivazione

Davide ha preso coscienza degli intoppi che potrebbe incontrare. Per mantenere salda la motivazione a perseguire l’obiettivo, dovrà imparare a tollerare gli inevitabili fallimenti. Infatti le persone vincenti hanno l’abilità di considerare i fallimenti come esperienze da cui imparare. Anziché crogiolarsi nell’autocommiserazione, si chiedono da subito cosa non abbia funzionato, cosa non hanno saputo prevenire, cosa di imprevedibile dovranno tenere in conto per il futuro. E’ normale cadere, l’arrivo alla meta dipende da cosa facciamo della caduta, da come ci rialziamo, da come riusciamo a tenere accesa l’ispirazione.

la motivazione - studio psiché

Ed ecco un ulteriore, imprescindibile ingrediente

L’adattamento ad ogni ambiente implica flessibilità. Essere flessibili significa accomodare i nostri desideri alle contingenze ed al contempo assimilare  ciò che nell’ambiente costituisce un elemento costruttivo per la realizzazione del nostro piano.

Davide prova a dar concretezza al suo piano tenendo presente questi ultimi fattori: “Credo che nel mio caso adattamento significhi adeguarmi a quello che non mi piace delle offerte che mi verranno fatte. Che so, potrebbero richiedermi tanti ore di lavoro o un trasferimento. Dovrei accomodare i miei desideri all’esigenza ed organizzare per esempio di tornare a casa per il weekend. Valutare un piano fattibile insomma. Assimilare per me vuol dire guardarmi intorno, interrogare gli amici che già lavorano nel settore per carpire consigli e idee.”

la motivazione - studio psiche'

Quando richiedere supporto

La motivazione necessita di essere alimentata con costanza dall’ispirazione e dalla passione per l’obiettivo. Qualora scarseggi, fantasia e creatività, accettazione del fallimento e flessibilità adattiva, rappresentano tre chiavi imprescindibili per incrementarla ed approntare un piano strategico con cui affrontare il percorso verso l’obiettivo.

In alcuni casi però, la mancanza di motivazione scaturisce da un disagio più profondo. Per esempio dalla convinzione di non valere e dunque di non potercela fare. Dalla scarsa disponibilità o dalla difficoltà ad entrare in contatto con gli altri o ancora, la scarsa motivazione può essere sintomo di una strisciante depressione in corso. Se ritieni che la pigrizia o la scarsa dimestichezza col mondo del lavoro non bastino a giustificare la tua scarsa motivazione, ma ritieni sia connessa ad un malessere profondo, ti invitiamo a richiedere il giusto supporto per risolvere efficacemente il problema e riconquistare lo stato di benessere di cui necessiti per poter continuare la ricerca.

Lo Studio Psiché si occupa da un ventennio di queste tematiche. I nostri professionisti possono fornirti gli strumenti idonei per risolvere in breve tempo il disagio e per utilizzare le giuste strategie nella ricerca del lavoro adatto a te.

Contattaci, il primo colloquio è gratuito e non vincolante. Studieremo insieme un piano per consentirti di raggiungere la meta che desideri e tornare a sperimentare un senso di soddisfazione e pienezza.