Natale significato simbolico Studio Psicologico Milano Dr. Francesca Minore

IL SIGNIFICATO SIMBOLICO DEL NATALE

Natale. Che significato assume il Natale nella cultura odierna? Che cosa può rappresentare per gli uomini del nostro tempo?

Natale, la Fiaba delle fiabe. Nei precedenti articoli abbiamo esplorato il mondo delle fiabe e la loro utilità per la crescita intellettiva ed emotiva dei piccoli. Qui indaghiamo la favola per eccellenza nel suo significato metaforico.

Tra i vari argomenti trattabili allo Studio Psicologico Milano con la counselor professionista Dr. Francesca Minore, qui ci interessa esplorare il significato del Natale e delle tradizioni natalizie.

studio psicologia e counseling milano natale

NATALE. SOGNO E POESIA

Viviamo un epoca priva di spiritualità, che la spiritualità individuale – intesa questa come dimensione del Sé – non riesce a nutrire, ad alimentare.

Abitiamo un mondo focalizzato su quanto appare, si mostra, è immediatamente evidente. Trascurando tutto ciò che, pur non visibile, fa parte della realtà e ad essa offre uno speciale contributo.

Abbiamo disimparato il sogno, la poesia. Ci è stata insegnata la fretta del fare, l’avere nel minor tempo possibile, il valore del rimanere in superficie, quasi l’approfondimento sia inutile e noioso, laborioso e quindi improduttivo.

Il Natale ci restituisce dunque un legittimo diritto. Il diritto al recupero dell’intimità, del contatto con la nostra essenza più pura.

studio psicologia e counseling milano natale

NATALE. IL MITO

L’antico folklore germanico narra che Odino, il più potente degli dei, nel periodo del solstizio invernale (Yule) fosse solito organizzare una battuta di caccia insieme alle altre divinità e ai guerrieri caduti in battaglia. Per celebrarne il passaggio, i bimbi riempivano i loro stivali di carote e zucchero e li disponevano dinanzi al camino, affinché, nella notte, Odino li raccogliesse e sostituisse con leccornie e dolciumi.

Così è nata la leggenda del Natale…

studio psicologia e counseling milano natale

NATALE. IL SENSO METAFORICO 

In termini metaforici, la festività è dunque occasione per entrare in contatto con il trascendente, con la nostra origine (il passaggio di Odino). E’ al contempo opportunità per immergerci in noi stessi e riscoprire l’essenziale restituendogli valore. Infine è un modo per sentirsi grati alla vita ricevuta in dono (i regali dei bimbi negli stivali a ricambiare quelli del dio).

Credo questo sia il senso più nucleare della festa. Non a caso, nel corso dei secoli ed in ogni tradizione, tale significato è rimasto inalterato. Una splendida interpretazione ne viene fornita nel 1843 da “Il canto di Natale”, il celeberrimo romanzo breve di Charles Dickens: un avido ed insensibile usuraio viene svegliato nella notte dallo Spirito del Natale. Con lui affronterà un viaggio nel tempo passato e futuro che gli consentirà di ricontattare i sentimenti che il Natale sommamente celebra – l’amore, la condivisione, la gratitudine – e di risensibilizzare il suo vecchio cuore indurito.

studio psicologia e counseling milano natale

“A Christmas Carol” diretto da Robert Zemeckis, 2009, adattamento cinematografico del racconto Canto di Natale di Charles Dickens.

NATALE. IL SIGNIFICATO SIMBOLICO DELLE TRADIZIONI

In cosa consiste la magia del Natale? La festa sollecita a recuperare quella dimensione emozionale che la vita quotidiana manda perduta. Quella disponibilità allo scambio, all’armonia con gli altri e coll’ambiente di cui ogni individuo ha estrema necessità. Pur nel paradosso della cultura capitalistica, il Natale offre la rara occasione di tornare a ciò che è autentico e per questo va colta. Ne sono magico viatico  le sue tradizioni.

studio psicologia e counseling milano natale

NATALE. IL CALENDARIO DELL’AVVENTO

La prima in ordine di tempo consiste nell’appendere in un angolo della casa il Calendario dell’Avvento.

Il Calendario dispone di 25 finestrelle che, giorno dopo giorno, rivelano al bimbo una sorpresa e gli rammentano che il momento più dolce dell’anno sta per arrivare. Sul piano psicologico questa antica consuetudine alimenta di poesia l’attesa ed insegna a differire la soddisfazione rimanendo nella frustrazione tutto il tempo utile.

Saper aspettare, pregustando il risultato, è un’abilità imprescindibile nella vita che i bimbi devono apprendere fin da piccoli. Perché molte volte, da adulti, il raggiungimento dell’obiettivo dipenderà da quanto sapranno prepararlo ed attenderlo con pazienza.

studio psicologia e counseling milano natale

NATALE. L’ABETE ADOBBATO

Allo stesso modo, poter adornare l’abete insieme alla famiglia o agli amici può divenire momento lieto; può essere soprattutto spazio di consapevolezza circa l’essere, ancora una volta, tutti insieme nonostante i problemi e le crisi. In particolare, insegna ai piccoli, con naturalità e divertimento, a mostrare riconoscenza e a saper celebrare ciò che hanno attribuendogli il giusto valore.

studio psicologia e counseling milano natale

NATALE. I DONI SOTTO L’ALBERO.

Anche l’acquisto dei regali assume, in quest’ottica, un importante significato. Pensiamoci, è iniziata la stagione delle strade intasate, dei cittadini alla frenetica, caotica rincorsa dei regali “necessari” in un incessante, quanto giustificato, confronto tra qualità e prezzo.

Eppure il dono natalizio può diventare qualcosa di molto diverso. Il suo senso va ricercato infatti nella carezza, nel sorriso, nell’abbraccio caloroso a chi altrettanto, in molti modi, ci ha dato. A chi merita i nostri affetto  e gratitudine. Con questo significato la corsa diviene meno affannosa e più sentita. Con questo significato, ciò che caratterizza il dono è il pensiero che lo sceglie e che lo accompagna. Del resto, solo in questa accezione ha davvero un inestimabile pregio.

studio psicologia e counseling milano natale

NATALE. E quando la notte di Natale finalmente arriva…

la condivisione della cena, lo spacchettamento dei regali, l’incontro con parenti lontani ed insieme a loro con chi è presente nella memoria familiare, può trasformarsi in un tripudio di calore e riconoscenza alla vita.

Lo so, basta alzare lo sguardo, ritrovarsi nella realtà e queste parole sembrano forzate, quanto meno stridenti.

Non mi sfugge quanto la vita abbia solo raramente il sapore del miele. Eppure, continuo a credere con convinzione che abbiamo bisogno sommo di sogno e poesia. Perché impastarli con la realtà significa renderla più mite, più lieta, più lieve.

Per saperne di più, vieni a trovarci nel nostro Studio Psicologico a Milano.

 BIBLIOGRAFIA

Dickens C. – UN CANTO DI NATALE – Marsilio, Letteratura Universale, 2012

Maschio C. – STORIA E MAGIA DEL NATALE. ALLA SCOPERTA DI ORIGINI, TRADIZIONI, FIABE E LEGGENDE – QuiEdit, 2005

CINEMATOGRAFIA

A CHRISTMAS CAROL – (film fantastico 3D) regia R. Zemeckis, con J. Carrey, 2009

IL CANTO DI NATALE DI TOPOLINO – (cortometraggio) regia B. Mattinson, 1983

POLAR EXPRESS – (film fantastico 3D) regia R. Zemeckis, con T. Hanks, 2004