studio psicologia e counseling milano indecisione

INDECISIONE: NON RIESCO MAI A DECIDERE – CHE FARE?

Indecisione: Come comportarsi? Quali le ragioni più comuni. Di seguito alcuni consigli pratici su come risolverla e possibili percorsi di supporto.

Indecisione. Il tema trova spazio anche nelle pagine dedicate alla paura del cambiamento, alla crisi di coppia, alla dipendenza affettiva. A questi articoli si rimanda per un ulteriore approfondimento.

Indecisione cronica: perché accade? Quali sono i motivi psicologici per cui alcune persone faticano a scegliere o a prendere decisioni? Come fare? Lo Studio Psicologico Milano con la counselor professionista Dr. Francesca Minore aiuta a risolvere problematiche legate al vissuto psicologico e al comportamento.

studio psicologia e counseling milano indecisione

LE RAGIONI DELL’INDECISIONE

1. PAURA DEL CAMBIAMENTO

Compiere una scelta significa influenzare l’ambiente circostante, produrre dei cambiamenti nella propria vita.

In alcuni casi, ciò che più si teme sono proprio i cambiamenti. Presumibilmente perché la persona, nel corso della propria esistenza, ne ha subiti di negativi, oppure perché intimorita dall’ansia del nuovo, dalla perdita di controllo su quanto accade, che invece, se rimane inalterato e stabile, genera sicurezza.

studio psicologia e counseling milano indecisione

Quando questo è il motivo, è importante incrementare l’autoefficacia ossia la fiducia nel proprio potere personale di agire nel mondo, di sapersi tutelare, di confidare nelle proprie risorse. Sviluppare una maggior convinzione nella propria capacità di reazione permetterà di guardare alla vita da un’ottica meno ansiogena e, sconfitte le paure, di sperimentare un autentico benessere.

studio psicologia e counseling milano indecisione

2. PAURA DEL FALLIMENTO O DELLA DELUSIONE

Prendere una decisione significa doverla portare avanti, impegnarsi. Ciò che si era fantasticato diviene realistico, fattivo, assume contorni definiti. Se da un lato questo invoglia a scegliere, dall’altro implica la rinuncia alla fantasia onnipotente del successo totale che il sogno ad occhi aperti sempre comporta. Infatti, realizzare un progetto vuol dire calarlo nella realtà, stabilirne i limiti, ridimensionarlo, fare i conti con il rischio del fallimento. Infatti neppure il successo auspicato è certo. Né, tanto meno, grandioso quanto quello immaginato. Così si rinvia o ci si blocca.

studio psicologia e counseling milano indecisione

Quando è questo il motivo sotteso all’indecisione, può essere utile portare ad emersione le convinzioni maturate nel corso della propria storia: forse, fin da piccoli, sono gravate su di noi aspettative genitoriali irraggiungibili o poco realistiche che ancora oggi ci paralizzano; oppure non ci è stato insegnato ad assumerci responsabilità ed ora ci troviamo fuori allenamento, incapaci ad abbandonare l’idea di essere individui speciali a cui tutto debba essere spontaneamente favorito.

studio psicologia e counseling milano indecisione

Non è facile fare i conti con la vita reale, specie se non si è stati provvisti degli strumenti adeguati.

Eppure è possibile. Imparando a guardare alle nostre vere potenzialità ed abilità. Non quelle attribuite da altri, ma quelle realistiche, in grado di farci realizzare per davvero, di farci essere ciò che vogliamo autenticamente. Salutare il passato, in questo caso, significa alleggerirsi, riprendere a camminare e crescere. Infatti, pur se faticoso, in questa prospettiva, cambiare è un gran dono di libertà.

studio psicologia e counseling milano indecisione

3. PAURA DELLA RESPONSABILITA’ AUTONOMA

In ultimo, non riuscire a decidere è causato dal non averlo mai fatto. Da sempre abbiamo assecondato la volontà di altri. E se per certi aspetti dipendere dall’esterno comporta dei vantaggi – ci si sente protetti, non si rischia in prima persona – di certo si perde in autonomia. Cosa voglio io veramente e soprattutto, chi sono? Di cosa sono capace? Abbandonare i legami asfittici significa conquistare una maggior autostima e riconoscersi in grado di stare nel mondo. Può non essere semplice, ma il vantaggio è la conquista della serenità, che non può prescindere dalla realizzazione personale.

studio psicologia e counseling milano indecisione

CONSIGLI PRATICI

Muoversi a piccoli passi. Iniziare dal poco, per poi constatare che riuscire è possibile; il che motiverà a proseguire.

Accettare il rischio ed il fallimento come parte integrare dell’agire nel mondo. Ciascuno ne ha fatto esperienza. Siamo umani, sbagliamo, ci impasticciamo, ma anche dagli errori impariamo. A non commetterli più. A perseverare.

– Pure fantasticare aiuta, ma solo quando il sogno è propedeutico all’azione. Visualizzare nella mente i dettagli, le priorità, gli aspetti irrinunciabili, i vantaggi e gli svantaggi, i rischi eventuali, è di utilità. Come è bene anche immaginare le prime mosse da compiere, i potenziali ostacoli da superare e come farlo. La fantasia aiuta dunque, se accompagnata poi dal coraggio di buttarsi ed agire.

studio psicologia e counseling milano indecisione

Quando quest’ultimo passaggio proprio non riesce, quando ci si sente paralizzati e confusi, un breve percorso di counseling, come quello offerto dal nostro servizio counselor Milano, può risultare la soluzione efficace. Comprendere le ragioni dei propri blocchi in un luogo protetto ed accogliente, significa sciogliere i nodi ed essere supportati a credere di nuovo in se stessi e nella propria capacità di scelta.

Per saperne di più, vieni a trovarci nel nostro Studio Psicologico a Milano.

BIBLIOGRAFIA

Gandolfi A. – DECIDERE NELL’INCERTEZZA – Ed. Casagrande, Bellinzona, 2012

Rumiati R., Bonini N. – PSICOLOGIA DELLA DECISIONE – Il Mulino, Bologna, 2001

Savater F. – IL CORAGGIO DI SCEGLIERE. RIFLESSIONI SULLA LIBERTA’ – Laterza, Bari, 2004